Speciali

Report dal Pardubice Air Show 2016

Continua la nostra lunga serie di reportage aeronautici provenienti da tutto il Mondo.

Dopo gli Eurofighter austriaci al WEF 2016, le esibizioni oltreoceano del California Capital Air Show e della Fleet Week di San Francisco, lo speciale sul Museo Centrale delle Forze Aeree russe di Monino, i filmati dal MAKS 2015 e dal 55° Anniversario delle Frecce Tricolori, le foto dell’Antonov AN-225 a Malpensa e quelle del Tiger Meet 2016… (solo per citarne gli ultimi) … oggi è il turno del “Pardubice Air Show”, Repubblica Ceca.

Un evento sconosciuto a molti, ma che riserva tante interessanti sorprese per gli appassionati di warbird e velivoli storici.

Me 262, Spitfire, Mustang - Pardubice Air Show 2016L’album completo delle foto è sulla nostra pagina Facebook

Ciò che rende l’air show di Pardubice diverso dal solito è l’alternanza dei diversi programmi di volo e la varietà di mezzi esposti nella linea volo. Sono esposti anche mezzi terrestri da combattimento, che prendono parte allo show per rievocare la Seconda Guerra Mondiale con esplosioni simulate ed effetti sonori. I figuranti indossano uniformi d’epoca e sono dotati di attrezzatura e armamenti storici.

Inoltre Pardubice è la città natale di Jan Kašpar, pioniere dell’aviazione in Repubblica Ceca, dove il 16 aprile 1910 effettuò il suo primo volo a bordo di un Blériot XI. Fu il primo pilota Ceco a volare ai comandi di un aeroplano. Il 13 maggio 1911 decollò da Pardubice per un volo di 92 minuti che all’epoca risultò essere il volo di durata maggiore in tutto l’impero Austro-Ungarico.  L’air show di Pardubice nasce nel maggio 1991 proprio in occasione dell’80 anniversario di questa storica impresa di Jan Kašpar, per poi ampliarsi ed arrivare ai giorni nostri, proponendo uno spettacolo vario e completo.

Tante le attrazioni e i pezzi “rari” proposti nel programma, troviamo ad esempio il Me 262 “Schwalbe”. Attualmente esistono solo 2 repliche volanti al mondo, realizzate dalla Me 262 Project  di Everett, Washington. Non esistono Me 262 originali in condizioni di volo. Partendo dai progetti originali e “clonando” alcune parti da una cellula originale furono realizzate in tutto 5 repliche: due in versione B-1c biposto, una in versione A-1c monoposto, e  due in versione “convertibile” che possono cambiare configurazione in A-1c e B-1c.  La “c” finale sta ad indicare che i 262 sono motorizzati con due moderni General Electric CJ610, che hanno una durata decisamente superiore degli originali Junkers Jumo 004 B-1 che non andavano oltre le 10–25 ore di funzionamento o ai BMW003 utilizzati nelle versioni sperimentali. I Me 262 motorizzati con Junkers si identificavano con lettera “a”, quelli BMW con “b”.

La replica del Me 262 B-1a (Werk Nummer 501241) è negli Stati Uniti presso la Collings Foundation’s , la replica Me 262 A/B-1c (convertibile, Werk Nummer 501244) è ora in Germania presso la Messerschmitt Foundation con matricola D-IMTT e si è esibita a Pardubice.

Dopo questa breve introduzione vi lascio al resoconto e alle foto del nostro Antonio Di Trapani che il 28 e 29 Maggio era a Pardubice. L’album completo delle foto è sulla nostra pagina Facebook

1 2 3 4Pagina successiva

Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close