Speciali

Report fotografico dal Czech International Air Fest 2017

Il 2-3 settembre presso l’aeroporto di Hradec Králové, in Repubblica Ceca, si è svolto il Czech International Air Fest 2017, un evento aeronautico dal programma ricco e variegato.

Lo spettacolo è iniziato con due passaggi di una formazione di velivoli composta da JAS-39 Gripen, C-295M CASA e L-159 ALCA della Czech Air Force. A seguire esibizione del Gripen solista, poi l’elicottero Mil Mi-24 Hind dall’inconfondibile livrea “Alien” che con i fumogeni ha sottolineato l’eleganza delle sue manovre.

L’evento prosegue con le evoluzioni in formazione dei Flying Bulls, la pattuglia di 4 XtremeAir XA42 sponsorizzata da Red Bull composta da piloti Cechi.

A seguire decolla il TS-11 “Iskra” (che vuol dire “scintilla”), aereo turbogetto monomotore di costruzione polacca degli anni ’60, il suo restauro è durato 3 anni ed è gestito da Fundaja Bialo-Czerwone Skrzydla. Subito dopo la sua esibizione decolla il MiG-15 UTI codice NATO “Midget”, addestratore avanzato biposto derivato dal MiG-15, uno dei caccia sovietici di maggior successo con circa 20.000 esemplari prodotti. Quello che si è esibito al CIAF 2017 è gestito dalla Czech Flying Legends.

E’ il momento di una leggenda del volo acrobatico, Peter Besenyei, che con il suo Corvus Racer 540 ha eseguito acrobazie giroscopiche e passaggi a coltello a bassissima quota sull’asse pista.

Atterrato Peter Besenyei è la volta del Sukhoi Su-27 “Flanker” dell’aviazione ucraina con una stupenda livrea digital camo. In statica era presente anche la versione biposto Su-27UP1M. La defezione del tanto atteso Sukhoi Su-24 ucraino ha fatto si che sabato il Flanker andasse in volo due volte, per la gioia degli spettatori, la seconda anche con l’impiego dei flare. Ogni atterraggio è stato eseguito con paracaduti frenanti.

Grande prova di manovrabilità anche del Mil Mi-2 “Hoplite” del CLV di Pardubice, elicottero di produzione sovietica utilizzato nella versione armata anche per il Close Air Support.

A seguire, il JAS-39 Gripen della Czech Air Force – caccia svedese di 4+ generazione – si è esibito in un display lanciando anche lui (come il Su-27) alcune salve di flare.

Dopo il Gripen è il turno dell’Evektor EV-55 Outback, bimotore turboelica di recente costruzione, primo volo nel 2011, progettato in Repubblica Ceca. L’Outback ha eseguito un paio di passaggi prima con una e poi due eliche in bandiera a dimostrazione della sua efficienza aerodinamica.

Lo spettacolo continua con il team Baltic Bees il cui ingresso alle spalle del pubblico ricorda molto quello delle Frecce Tricolori. Il team è basato in Lettonia e si esibisce con 5 Aero L-39C Albatros.

Lo show è quasi giunto a termine e gli ultimi ad esibirsi sono Marek Hyka con XtremeAir XA41 sponsorizzato Hamilton Watch, un team di 4 alianti L-23 Blanik che con i fumogeni hanno evidenziato l’eleganza del loro volo silenzioso, e una coppia di elicotteri dell’aviazione belga, l’A109 Agusta e l’NH500.

Una bellissima giornata all’insegna del volo e del divertimento, con una cornice di pubblico numerosa. Molti gli spotter nonostante le condizioni meteo variabili anche se fortunatamente la pioggia non si è fatta viva nella giornata di sabato.

A contorno della manifestazione era presente una mostra statica. Da segnalare la defezione degli Eurofighter della RAF a causa di un fuori pista durante l’atterraggio presso l’aeroporto di Pardubice il giorno prima del CIAF. Qui una foto del fuori pista.

Per concludere, un filmato riepilogativo delle esibizioni

Testo: Valerio De Cecco e Antonio Di Trapani
Foto: Antonio Di Trapani

Articoli correlati

Commenta

Close
X