Notizie

Red Bull Air Race 2017: Sonka vince a Porto davanti 600,000 spettatori

Si è svolta sabato 2 e domenica 3 settembre la 6^ tappa della Red Bull Air Race. Il circuito di gara si snodava lungo il fiume Duero nel tratto in cui attraversa la splendida città di Porto (Portogallo) per poi immettersi nell’Oceano Atlantico. Oltre 600,000 gli spettatori assiepati lungo le rive del Duero che hanno assistito allo spettacolo. Gli organizzatori hanno stimato 850,000 presenze durante il weekend.

La gara è stata combattuta. A spuntarla su tutti è stato Martin Sonka che nella Final 4 ha fermato il cronometro con il tempo di 1: 07.229. Il pilota della Repubblica Ceca torna così sul gradino più alto del podio dopo l’ultima vittoria ottenuta nella prima gara della stagione ad Abu Dhabi.

Lo statunitense Kirby Chambliss ha cercato di rispondere al tempo di Sonka volando in 01: 07.141, ma è incappato in una penalità di 2 secondi che lo ha estromesso dal podio e gli ha negato la terza vittoria di fila dopo i successi di Budapest e Kazan.

Il canadese McLeod si è aggiudicato il secondo posto con un distacco di appena 0.113 confermando il suo andamento positivo, si tratta del terzo secondo posto consecutivo. Sul gradino più basso del podio l’australiano Mat Hall che stenta a trovare continuità con il suo nuovo Zivko Edge 540 v3.

Il pilota spagnolo Juan Velarde non ha partecipato alla gara di Porto poichè, dopo aver apportato alcune modifiche al suo Zivko Edge 540, non ha potuto completare in tempo i necessari test.

Per questioni di sicurezza la velocità di ingresso nel circuito di Porto era di 180 Kts (333 Km/h) invece dei classici 200 kts (370 Km/h). Ma ciò non ha influito di certo sulla spettacolarità delle manovre e sulla competitività della gara. Infatti i distacchi sono stati minimi e i duelli molto combattuti per la gioia del pubblico.

Le ultime due tappe si svolgeranno su circuiti “terrestri” ospitati sul sedime di due autodromi, l’EuroSpeedway di Lausitz in Germania e il Motor Speedway di Indianapolis negli USA. I team dovranno lavorare sul set-up dei velivoli e sulla tecnica di pilotaggio visto che le 6 precedenti gare si sono svolte su circuiti “acquatici”, in particolare le prime 3 su mare (Abu Dhabi, San Diego e Chiba) e le ultime 3 su fiume (Danubio a Budapest, Volga a Kazan e Duero a Porto). Nel 2017 avremo quindi 6 circuiti su acqua e 2 su terra. Nelle passate stagioni il rapporto era 4 su acqua e 4 su terra, nella scorsa stagione 5 su terra e 3 su acqua.

Alcuni piloti come lo spagnolo Juan Velarde preferiscono i circuiti su acqua perchè riescono a distinguere meglio i piloni per via del contrasto cromatico. Altri, come il campione in carica Matthias Dolderer, preferiscono i circuiti terrestri perchè offrono maggiori punti di riferimento che aiutano il pilota a giudicare quota e posizione, oltre a non avere il riflesso della luce nell’acqua che in alcuni momenti può risultare fastidioso. Un altro punto di vista, quello di Michael Goulian, è che nei circuiti terrestri il pubblico è più “vicino” e trasmette grandi emozioni ai piloti, ed ecco perchè sono i suoi preferiti. Come ad esempio ad Ascott (dove siamo stati nel 2014) e a Spielberg (ecco il nostro report del 2014).

Così, ad appena due gare dalla fine della stagione, si rianima la lotta per il titolo. La classifica generale vede almeno 4 piloti che si contendono la prima posizione:

1. Martin Šonka (CZE) 54 punti
2. Pete McLeod (CAN) 50
3. Kirby Chambliss (USA) 47
4. Yoshihide Muroya (JPN) 44
5. Petr Kopfstein (CZE) 34
6. Matthias Dolderer (GER) 27
7. Matt Hall (AUS) 25
8. Michael Goulian (USA) 24
9. Juan Velarde (ESP) 21
10. Mikaël Brageot (FRA) 15
11. Peter Podlunšek (SLO) 14
12. Nicolas Ivanoff (FRA) 14
13. François Le Vot (FRA) 8
14. Cristian Bolton (CHI) 7

Vi ricordo che ad ogni gara il primo classificato riceve 15 punti, il secondo 12, il terzo 7, il quarto 5, il quinto 4, e così via. Altri dettagli sulle regole della Red Bull Air Race Championship 2017 a questo link.

Prossimo appuntamento 16-17 Settembre a Lausitz, Germania. Gara visibile in livestreaming sul sito www.redbullairrace.com

Foto: Red Bull Air Race

Articoli correlati

Commenta

Close
X