Speciali

NATO Tiger Meet 2016 : report fotografico da Saragozza

E’ in corso di svolgimento, dal 16 al 27 Maggio 2016 presso la base aerea di Saragozza, il “NATO Tiger Meet 2016” organizzata dall’Ala 15 dell’Ejército del aire.

Si tratta di un’esercitazione NATO, giunta alla 65^ edizione, molto “particolare”: partecipano le unità di volo che riportano nel loro emblema la tigre e che fanno parte della NATO Tiger Association.  La tradizione vuole che gli aeromobili (e non solo) siano decorati con “special color” che richiamano la colorazione del manto della tigre.

La storia dei NATO Tiger Meet (abbreviato in NTM) inizia nel 1960 quando i piloti del 79th Fighter Squadron USAFE, rischierati presso la base RAF Woodbridge (UK) con i loro F-100D Super Sabre, e quelli del No. 74 Squadron RAF, basati a Coltishall (UK) con i loro English Electric Lightning, decisero di incontrarsi a Woodbridge per bere whiskey e stare in compagnia.
Nel 1961 l’evento ebbe seguito, e l’invito fu esteso anche ai francesi dell’Escadron de chasse 1/12 Cambrésis.
Nel 1962 l’anno della svolta: il tenente dell’USAF Mike Dugan ebbe l’idea di invitare tutte le unità di volo che avessero come emblema una tigre. Molti reparti aderirono, ed inviarono la risposta attraverso i canali formali, coinvolgendo le sedi centrali, fino ad arrivare al quartier generale della NATO che approvò in via definitiva il “Tiger Meet”.

Nel corso degli anni i NTM si sono svolti in diverse località con cadenza annuale, ad eccezione del 1989, 1995, 1999 e 2000. Il NTM venne organizzato in Italia nel 1973, nel 1980 e 1988 .

Ci sono alcune tradizioni che caratterizzano questo evento:

  • Cerimonia di apertura: il Comandante della base o il Generale in visita celebra l’inizio dell’esercitazione usando la formula recitata in occasione dell’apertura delle Olimpiadi, con una leggera modifica: “I declare the NATO Tiger Meet open” e il comandante dello squadrone ospitante  risponde con “Tiger -Tiger -Tiger”
  • Biposto: ogni gruppo deve fare il possibile per portare al Tiger Meet un velivolo biposto per offrire e/o scambiare un volo con i colleghi di altre nazionalità
  • Scambio di regali:  si scambiano crest, gagliardetti, patch… un modo per fare conoscenze e amicizia in pieno spirito Tiger
  • Vestiario speciale: così come ai velivoli vengono applicate delle livree speciali, anche gli addetti ed i piloti indossano tute di volo in stile “tigre” (quando possibile), o applicano uno “special color” ai loro caschi
  • Serata Internazionale: viene organizzata una cena in cui ogni gruppo presenta il cibo, vestiti, e usanze del proprio paese

Altra caratteristica dei NTM è l’organizzazione: non esiste un calendario delle esercitazioni, non esiste un responsabile NATO per la gestione di questa esercitazione… semplicemente perchè questo evento non dipende da nessun Quartier Generale NATO: viene gestito in autonomia dallo squadron che lo organizza, e tutte le informazioni vengono pubblicate sul sito ufficiale www.natotigers.org.

Attualmente i gruppi volo che fanno parte della NATO Tiger Association sono 24, oltre a 10 membri onorari. Durante l’edizione 2016 hanno preso parte le unità di volo provenienti da 15 paesi diversi, circa 1500 partecipanti e 97 aeromobili appartenenti a 27 gruppi della NATO. La lista completa dei partecipanti è disponibile sul sito ufficiale.

Anche l’Aeronautica Militare ha partecipato al NTM16 con il XII Gruppo Caccia Intercettori del 36° Stormo di Gioia del Colle (6x EF2000 Typhoon) e il 21° Gruppo “Tigre” del 9° Stormo di Grazzanise (2x  HH-212ICO).

Come riporta il comunicato dell’Aeronautica Militare:

L’obiettivo dell’esercitazione è quello di incrementare le capacità operative, la professionalità e l’interoperabilità tra le nazioni NATO e i partner, all’interno di scenari realistici e missioni complesse di tipo “joint” e “combined” mediante lo svolgimento di operazioni aeree composite (COMAO). Nell’ambito di tali operazioni gli elicotteri HH-212 si addestrano svolgendo tipiche missioni di Personnel Recovery (PR), quali Combat Search and Rescue (ricerca e soccorso di personale in ambiente ostile) e Combat Recovery, missioni di Non-combatant Evacuation Operation (evacuazione di personale civile all’estero), di supporto alle Forze Speciali e trasporto tattico.

L’Italia rappresenta ad oggi una delle Nazioni con la tradizione più longeva nell’ambito della Nato Tiger Association, dopo l’Inghilterra, la Francia e gli Stati Uniti infatti, proprio il 21° Gruppo volo, entrò a far parte dell’allora “NATO Tiger Club” nel 1968 e si è aggiudicato il prestigioso trofeo “Silver Tiger” due volte, nel 1998 a Lechfeld e nel 2015 a Konia in Turchia.

Il Comandante del 9° Stormo, Colonnello Ivan Mignogna, si è detto onorato di contribuire con il proprio personale ed elicotteri a quest’importante esercitazione che favorisce notevolmente lo scambio di informazioni, su metodi, tattiche ed esperienze professionali, e soprattutto influisce positivamente sul morale del personale e sull’integrazione e la standardizzazione internazionale dei Gruppi di Volo.

Il Tiger Meet è quindi sia un evento goliardico, che rievoca la tradizione, sia una esercitazione vera e propria, dove le unità di volo si addestrano in scenari realistici, come ad esempio duelli aerei simulati,  operazioni di salvataggio, ricerca e distruzione di target, protezione degli elicotteri con paracadutisti.

Al termine delle esercitazioni vengono assegnato alcuni premi, i “Tiger Awards“. Sono premiati i vincitori dei Tiger Games (gare di orientamento, sopravvivenza, resistenza fisica..) Best Dress, Best Skit (sketch), Painted Tail e Best Flying. Oltre questi, due premi speciali: il “Tiger Spirit Award” al reparto di volo che ha rappresentato in meglio lo Spirito Tiger, e il “Silver Tiger”, il premio più ambito che viene assegnato al reparto che ha ottenuto i risultati migliori.

Quest’anno il “Tiger Spirit Award” è stato assegnato al XII Gruppo Caccia del 36° Stormo di Gioia del Colle dell’Aeronautica Militare:

Al termine dell’esercitazione è avvenuta, per tramite del Generale Mercier della French Air Force, la consegna al Comandante del XII Gruppo Caccia del prestigioso Tiger Spirit Award, premio che viene assegnato al gruppo che si è eccezionalmente distinto per spirito di attaccamento, professionalità e integrazione all’interno del contesto Nato.

Il premio viene deciso dai tre membri del Consiglio : Generale Denis Mercier (French Air Force) Comandante del Allied Command Trasformation, Colonnello Don Verhees (United States Air Force), Colonnello Roland Kauschmann (German Air Force).”

Il premio più ambito, il “Silver Tiger“, è stato assegnato al 31st Squadron (31 Smaldeel) di Kleine Brogel, Belgio, con F-16A/B MLU Fighting Falcon. Per la nona volta, questo gruppo (che è il più anziano nella NATO Tiger Association) ha si è aggiudicato il premio.

Gli atri premi assegnati:

1. Best Looking Tiger uniform: 21° Gruppo, Italian Air Force
2. Best Looking Tiger Aircraft: 221 LtBvr, Czech Air Force
3. Best Skit: 338 Skv, Royal Norwegian Air Force
4. Best Flying ops: 11F, French Navy
5. Tiger Games: 31 Smd, Belgian Air Force

Per il prossimo anno appuntamento con il NATO Tiger Meet 2017 da 5 al 16 Giugno presso la base aerea di Landiviseau (Francia) organizzata dalla Flottille 11F, unità di volo dell’Aéronautique navale française.

Il nostro Antonio Di Trapani ha seguito il Tiger Meet nel giorno dedicato ai fotografi, lo “spotter day” di Venerdì 20 Maggio, e nell’ “open day” di Sabato 21 Maggio, con mostra statica più ricca e avvicinabile, display più dinamici, e la partecipazione anche reparti terrestri. Con i suoi scatti ha immortalato sia le livree speciali che i gruppi hanno presentato per l’occasione, che i momenti “goliardici” che caratterizzano questo evento. Da sottolineare la disponibilità e l’efficienza degli organizzatori dello spotter day che hanno consentito a tutti i fotografi di poter operare liberamente e in maniera ottimale.

Voi… quale special color preferite?

(sulla nostra pagina Facebook la gallery completa)

 

Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close