Curiosità e Storia

Svelato il nuovo drone DJI Phantom 3

Dopo un lungo susseguirsi di rumors, è stato svelato il nuovo drone DJI Phantom 3.

Questa nuova versione era molto attesa, per svariati motivi. Il Phantom è uno dei droni (se non il drone) più venduto e il Phantom 2 ha avuto un’ampia diffusione ma al tempo stesso ha mostrato tutti i suoi limiti e difetti, legati soprattutto a problemi di affidabilità del sistema GPS e dello streaming dati/video a terra, come già abbiamo accennato in un precedente articolo “Alcuni consigli per chi si avvicina al mondo dei droni

Parte di questi problemi erano stati risolti con la versione Phantom 2 v3 ma era necessario fare un passo in avanti. La DJI aveva già provato a introdurre nuove features con l’Inspire 1 ma, anche a causa del prezzo eccessivo, non ha avuto molta diffusione.

Ora il Phantom 3 si propone come diretto successore del Phantom 2 ma include alcune importanti innovazioni già presenti nell’Insipire 1.

E’ leggermente più grande del suo predecessore, ma le caratteristiche di volo sono praticamente le stesse, rateo di salita 6 m/s, discesa 2 m/s e velocità massima 16 m/s

Il peso, nonostante tutte le nuove modifiche, è aumentato di poco, 1280g in tutto.

La batteria è  più efficiente, si tratta di una 4480mAh 4S contro la 5200mah 3S della vecchia versione.

Il tempo di volo dichiarato dalla DJI è di 23 minuti, aspettiamoci quindi non più di 20 minuti di volo.

Il carrello è leggermente più alto e largo, quindi atterraggi e decolli saranno più semplici e stabili.

Veniamo alle modifiche più importanti e sostanziali:

Il Phantom 3 integrerà lo stesso sistema di posizionamento presente sull’Inspire 1, il Vision Positioning System, che consente al  drone di poter volare anche al chiuso in maniera accurata e di poter sopperire meglio ad una eventuale mancanza di copertura del segnale GPS

Avrà a disposizione il sistema di auto-decollo e auto-atterraggio, già presenti sull’Insipre 1, così come continueranno ad essere presenti le funzionalità auto-return home (il drone torna da solo a casa, basta premere un pulsante) e failsafe (torna a casa se la batteria si sta scaricando)

Il sistema di posizionamento satellitare ora è in grado di acquisire anche i satelliti GLONASS, garantendo una copertura ottimale.

Saranno disponibili due versioni: nella versione Phantom 3 Professional la telecamera sarà in grado di registrare video in 4K fino a 30 fps, mentre il Phantom 3 Advanced registra a una risoluzione massima di 1080p a 60 fotogrammi al secondo.

Per ora non è prevista alcuna versione senza camera.

Entrambi i modelli possono scattare foto con una risoluzione di 12 megapixel usando una lente priva di distorsioni con un campo visivo di 94°  e un sensore da 1/2,3″ di alta qualità, molto più sensibile alla luce del modello integrato nella precedente serie Phantom 2.

Il radiocomando integra il sistema DJI Lightbridge, un sistema di video downlink da 2,4 Ghz che consente di ricevere immagini 720p fino a 2 Km di distanza con appena 200ms di latenza. Lo smartphone/tablet, dove dovrà essere installata la nuova app, sarà collegato al radiocomando attraverso un cavetto. Questo sistema è molto più affidabile rispetto il precedente, che si basava su una connessione WiFi tra il drone e l’app DJI installata sullo smartphone.

Sul radiocomando saranno presenti dei controlli dedicati alla camera, ovvero sarà possibile muovere la camera, scattare la foto, avviare la registrazione video… premendo direttamente dei pulsanti sul radiocomando invece di dover utilizzare l’app.

Tutte le impostazioni della videocamera, come ISO, velocità dell’otturatore e correzione dell’esposizione, possono essere gestite attraverso l’app DJI Pilot o tramite i controlli fisici presenti sui controller remoti.

L’app DJI Pilot include inoltre un simulatore di volo Phantom 3 per esercitarsi con le manovre aeree e una funzionalità “Director” che trasformerà automaticamente le immagini migliori scattate in volo in brevi video che potranno essere condivisi subito dopo l’atterraggio. Un ulteriore upgrade dell’app consentirà ai piloti di trasmettere in diretta streaming su YouTube i video dei propri voli. L’app sarà in grado anche di registrare i dati di volo, avrà quindi una funzione di flight logger.

I nuovi Phantom 3 Professional e Phantom 3 Advanced verranno distribuiti nelle prossime settimane con un prezzo consigliato al pubblico rispettivamente di $1.259 e $999.

Che dire… questo nuovo Phantom promette bene, ricezione GPS migliorata, sistema VPS per il volo indoor, Lightbridge per il downlink video e radiocomando con comandi dedicati per la camera. Forse l’unico difetto resta ancora l’autonomia, limitata a 23 minuti, ma per ora accontentiamoci di tutte queste nuove funzioni!

Ulteriori informazioni su www.dji.com/phantom3

Fonti

 

Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close