Notizie

Vola l’Aermacchi M-345HET, il successore dell’MB-339

L’Aermacchi M-345HET, il nuovo addestratore progettato da Leonardo-Finmeccanica, ha effettuato il suo “primo” volo con il nuovo motore Williams International FJ44-4M. Entro il 2017 saranno completati i test necessari per poi passare alla produzione.

Questo il comunicato:

Il prototipo del nuovo velivolo biposto da addestramento basico Aermacchi M-345HET (High Efficiency Trainer), ha effettuato con successo il suo primo volo giovedì 29 Dicembre, dall’aeroporto di Venegono Superiore (Varese). Ai comandi del velivolo i piloti della Divisione Velivoli di Leonardo, Quirino Bucci e Giacomo Iannelli.

Quirino Bucci, Project Test Pilot Trainers della Divisione Velivoli di Leonardo, ha espresso grande soddisfazione al termine del volo durato circa 30 minuti. Il com. Bucci ha così commentato: “Il velivolo si è comportato perfettamente confermando le attese previste dai parametri progettuali ed esprimendo performance eccellenti. Il motore, in particolare, ha dimostrato un’ottima reattività alle variazioni di regime, caratteristica fondamentale per un velivolo da addestramento basico”.

L’M-345 è il nuovo velivolo a reazione per l’addestramento dei piloti militari progettato da Leonardo. Caratterizzato da bassi costi di acquisizione e gestione, l’M-345 mira a offrire alle forze aeree di tutto il mondo le superiori prestazioni e l’efficacia addestrativa tipiche degli aerei a getto a costi comparabili a quello dei velivoli da addestramento a turboelica di elevata potenza.

La campagna di prove sarà completata entro il 2017. I prossimi test riguarderanno gli avanzati sistemi di bordo e l’integrazione motore all’intero inviluppo di volo della macchina, in termini di quota, velocità e capacita’ di manovra.

Il progetto dell’M-345HET nasce sulle ceneri del S-211 sviluppato dalla SIAI-Marchetti per partecipare al concorso JPATS negli anni ’90. Effettuò il primo volo il 10 aprile 1981, ma non ebbe molto successo, ne furono venduti alcuni esemplari alle forze aeree di Filippine e Singapore. Una volta dismessi, furono acquistati da alcuni privati, alcuni sono in Italia, altri negli USA e Australia.

Il progetto S-211 viene ripreso da Alenia Aermacchi con il nome di M-311, per diventare M-345, e nella nuova versione M-345HET… del quale condivide praticamente solo le forme esterne (e neanche tutte). Il 345 infatti è stato riprogettato sfruttando nuove tecnologie, con utilizzo di materiali compositi, un nuovo impianto di propulsione, un nuovo carrello, canopy, forme delle prese d’aria ridisegnate, e nuova avionica.

Trovate molti altri dettagli in un nostro precedente articolo:

Frecce Tricolori: addio MB-339, arriva l’M-345 HET!

Per fare un breve riepilogo di quanto già sappiamo, l’Aermacchi M-345HET sarà il successore dell’Aermacchi MB-339, attualmente in dotazione all’Aeronautica Militare con il ruolo di addestratore basico. E’ in dotazione anche alla Pattuglia Acrobatica Nazionale “Frecce Tricolori” nella versione MB-339PAN.

Ecco la timeline degli eventi:

  • giugno 2005 – Primo volo dell’ Aermacchi M-311
  • marzo 2012 – L’Aermacchi M-311 viene ridesignato come M-345
  • settembre 2013 – Il Ministro della Difesa, Mario Mauro, annuncia che le Frecce Tricolori avrebbero sostituito l’MB-339PAN con l’M-345 entro il 2017 (link)
  • giugno 2013 – Il Ministero della Difesa sigla un accordo con Alenia Aermacchi per definire congiuntamente le specifiche operative e per collaborare allo sviluppo di un nuovo velivolo da addestramento basico-avanzato, denominato M-345 HET (link)
  • luglio 2014 – Apparizione pubblica dell’M-345 che vola al Farnborough Airshow 2014 (link)
  • luglio 2014 – Il Com.te delle Frecce Tricolori, Jan Slangen, vola su M-345HET (link)
  • novembre 2014 – Il sottosegretario di Stato alla Difesa, il generale Domenico Rossi, afferma che la la sostituzione dei 339 con i 345 non è prioritaria (link)
  • ottobre 2014 – Siglato accordo tra Alenia Aermacchi e Williams International per la fornitura dei motori FJ44-4M per il M-345HET (link)
  • giugno 2015 – Leonardo-Finmeccanica ha proposto l’M-345HET alla Francia per sostituire i Dassault-Breguet/Dornier Alpha Jet (link)
  • marzo 2016 – L’Aeronautica Militare conferma l’approvazione di un ordine per l’acquisizione di alcuni M-345HET (secondo alcune fonti, il primo lotto è di 5 velivoli) per sostituire il 339. Conferma che il 345 vestirà la livrea Frecce Tricolori. (link)
  • dicembre 2016 – Primo volo dell’Aermacchi M-345HET
  • gennaio 2017 – Lenoardo ha firmato con la Direzione Armamenti Aeronautici e Aeronavigabilità del Ministero della Difesa due contratti relativi alla fornitura di un primo lotto di 5 velivoli da addestramento Aermacchi M-345, destinati all’Aeronautica Militare.

La scheda tecnica dell’M-345HET

M-345HET

Dimensioni
Apertura alare 8,47 m (27.78 ft)
Lunghezza 9.85 m (32.32 ft)
Altezza 3.74 m (12.27 ft)
Superficie alare 12.6 sqm (135.6 sqft)

Pesi
Decollo (Trainer) 3,300 kg (7,275 lb)
Decollo (maximum) 4,500 kg (9,920 lb)

Motore
Turbofan Williams FJ44-4M-34
Spinta massima 1,540 kg (3,400lb)
Carburante interno 700 kg (1,545 lb)

Performance (configurazione pulita, ISA)
Velocita max (SL/20 kft) 380/420 KTAS
Velocità limite 400 KEAS / 0.8 MN
Velocità di stallo (configurazione atterraggio, 20% carburante) 88 KCSA
Rateo di salita (SL) 5,200 ft/min
Quota tangenza operativa 40,000 ft
Distanza di decollo / atterraggio (SL) 520 m (1,720 ft)
Autonomia max. 760 nm (1.410 km)
Autonomia con 2 serbatoi esterni – 10% riserva) 1,000 nm (1.850 km)

 

Foto: Leonardo-Finmeccanica (2014)

Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close