Eventi

Red Bull Air Race 2014: si parte!

Finalmente… Dopo 3 anni riparte la Red Bull Air Race!

Durante questo lungo periodo di stop, gli organizzatori hanno rivisto il format ed hanno inserito numerose novità per rendere la competizione più sicura e entusiasmante.

Per chi non conosce la Red Bull Air Race: si tratta di una competizione dove alcuni dei migliori piloti acrobatici al mondo si sfidano lungo un circuito (segnalato da piloni gonfiabili) che deve essere completato nel più breve tempo possibile. Vince il più veloce.

Il calendario 2014 prevede le seguenti gare:

Red Bull Air Race 2014 Calendar

28 – 01 Feb / Mar 2014 | Abu Dhabi, United Arab Emirates
12 – 13 Apr 2014 | Rovinj, Croatia
17 – 18 May 2014 | Putrajaya, Malaysia
26 – 27 Jul 2014 | Gdynia, Poland
16 – 17 Aug 2014 | Ascot, United Kingdom
06 – 07 Sep 2014 | Fort Worth, United States
11 – 12 Oct 2014 | Las Vegas, United States
01 – 02 Nov 2014 | China

Si comincia questo fine settimana con la sfida di Abu Dhabi.
Tutti i dettagli su http://www.redbullairrace.com/en_INT/event/abu-dhabi

La gara sarà trasmessa da varie emittenti televisive straniere, nessuna italiana. Puoi trovare la lista completa qui:http://www.redbullairrace.com/en_AE/article/watch-action-tv
Comunque l’evento, che inizierà alle 13:00 circa, sarà trasmesso in streaming sul sito http://www.redbull.tv/; il link diretto allo streaming della RBAR Abu Dhabi è http://live.redbull.tv/events/332/red-bull-air-race-2014-abu-dhabi-uae/

NOVITA’ EDIZIONE 2014

Le novità sono tante e avremo modo di scoprirle durante l’arco della competizione, partiamo dalle più importanti:

  • Motore
    Tutti gli aerei saranno dotati dello stesso motore, un Lycoming AEIO 540 Thunderbolt, 254 kW (340 hp). La sigla AEIO sta per: AE aerobatics (acrobatico), I injected (iniezione), O opposite cilinder (boxer twin-spark), 540 come i centimetri cubici della cilindrata, pari a 8849 cc ovvero 6 volte la cilindrata di una vettura di Formula 1 (2014)
  • Elica
    Ogni aereo sarà dotato di un’elica tripala Hartzell  7690 realizzata in composito, soprannominata “The Claw” per via della sua incredibile spinta e delle sua ridotta inerzia e forza giroscopica. Grazie al sistema di contrappesi, l’elica si posizionerà in “bandiera” nel caso si dovesse verificare una perdita di pressione dell’olio, in modo da garantire la minor resistenza possibile e consentire all’aereo di planare più a lungo per un eventuale atterraggio di emergenza
  • Format
    Nel “DAY 1”  i 12 piloti avranno modo di allenarsi sul circuito e di affrontare la sessione di qualifica, da non sottovalutare perchè nel caso in cui la gara del giorno dopo dovesse essere sospesa saranno presi in considerazione i tempi della qualifica per stabilire il podio finale
    Nel “DAY 2” i piloti si affronteranno in batterie da 2 nella “TOP 12”, ovvero il 1° qualificato sfiderà il 12°, il 2° sfiderà l’11°, il 3° sfiderà il 10°.. e così via; il vincitore di ogni batteria e i due perdenti che avranno realizzato il tempo migliore si sfideranno nella “SUPER 8”; i 4 piloti più veloci si sfideranno nella “FINAL 4” che deciderà il podio.
    red_bull_air_race_format
  • Challenger
    Nel “DAY 1”, oltre alla sessione di qualifica per i 12 piloti della Master Class, si svolgeranno anche le qualifiche e la gara per la classe Challenger, composta dai piloti che formeranno la futura generazione della RBAR
  • FAI
    Il nuovo regolamento della RBAR è stato approvato dalla Fédération Aéronautique Internationale (FAI), la federazione internazionale degli sport aeronautici, la quale offrirà supporto nella supervisione della sicurezza delle gare
  • Media
    E’ stata migliorata la copertura mediatica dell’evento, in alcune nazioni sarà possibile seguire le gare in TV (via cavo o satellite), per tutti gli altri c’è lo streaming su www.redbull.tv

Quindi, a livello tecnico, gli aerei avranno performance molto simili in quanto motore e elica saranno gli stessi per tutti. Non vincerà chi sarà più bravo a mettere a punto il motore, ma vincerà colui che sarà – semplicemente – il più veloce. Considerando che la velocità massima raggiungibile dagli aerei in gara è di 230 kts (444 kmh), la Red Bull Air Race è il motorsport più veloce al mondo!

Gli aerei che vedremo in gara sono:

  • Zivko Edge 540 V2: disegnato da Eric Zivko e prodotto negli USA, il 540 V2 è uno degli aerei più diffusi e conosciuti per la sua precisione, manovrabilità e aggressività. Il telaio è formato da un traliccio di tubi di acciaio che rappresentano un giusto compromesso tra leggerezza e resistenza. L’ala è simmetrica ed è realizzata in fibra di carbonio.
    Velocità massima 425 kmh (230 kts), velocità di rollio 420°/sec, rateo di salita 3700 ft/min, +10/-10 G
    Piloti: Bonhomme, Goulian, Ivanoff, Muroya
  • Zivko Edge 540 V3: è la versione aggiornata del 540 V2, le migliorie riguardano il design che offre meno resistenza e il peso ridotto
    Piloti: Arch, Chambliss, Dolderer, McLeod, Šonka
  • Corvus Racer: realizzato appositamente da Andras Voloscsuk e l’Hungarian University of Aviation per consentire a Peter Besenyei di partecipare  alla Red Bull Air Race. Inizialmente il nuovo aereo non sembrava dare i risultati sperati, ma dopo un tuning di 3 anni il Racer 540 è pronto per gareggiare. Il traliccio è realizzato con una lega in cromo-molibdeno, mentre gli impennaggi, la fusoliera e l’ala sono in materiale composito preimpregnato in fibra di carbonio.
    Velocità massima 444 kmh (240 kts), velocità di rollio 440°/sec, rateo di salita 4300 ft/min, +12/-10 G
    Piloti: Besenyei
  • MXS-R: realizzato appositamente per la Red Bull Air Race dall’americana MXS, è stato costruito con una tecnica differente dagli altri, ovvero una fusoliera monoscocca in fibra di carbonio. E’ estremamente leggero ma a differenza degli altri non può essere modificato facilmente
    Velocità massima 425 kmh (240 kts), velocità di rollio 420°/sec, rateo di salita 3500 ft/min, +12/-12 G
    Piloti: Hall, Lamb

I piloti della Master Class, ovvero i veterani:

MARTIN ŠONKA (Rep Ceca, 1978)
NIGEL LAMB (Gran Bretagna, 1956)
KIRBY CHAMBLISS (USA, 1959)
MATTHIAS DOLDERER  (Germania, 1970)
HANNES ARCH (Austria, 1967)
NICOLAS IVANOFF (Francia, 1967)
YOSHIHIDE MUROYA (Giappone, 1973)
PAUL BONHOMME (Gran Bretagna, 1964)
PETE MCLEOD (Canada, 1984)
PÉTER BESENYEI (Ungheria, 1956)
MATT HALL (Australia, 1971)
MICHAEL GOULIAN (USA, 1968)

redbull_masterclass

I piloti della Challenger Cup, ovvero la nuova generazione:

PETR KOPFSTEIN (Rep. Ceca, 1978)
JUAN VELARDE (Spagna, 1974)
PETER PODLUNŠEK (Slovenia, 1970)
THOMAS BENNETT (Gran Bretagna, 1985)
CLAUDIUS SPIEGEL (Germania, 1989)
MIKAEL BRAGEOT (Francia, 1987)
FRANCOIS LE VOT (Francia, 1970)
DANIEL RYFA (Svezia, 1979)

red_bull_air_race_challenger_cup

 

Fromtheskies seguirà tutte le gare della Red Bull Air Race… venite a trovarci per restare aggiornati sull’andamento della competizione!

Articoli correlati

11 Commenti

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close