Notizie

Primo volo per l’Extra 330LE con motore elettrico

Il 24 giugno ha volato per la prima volta l’Extra 330LE, versione “elettrica” del noto Extra 330L. Il motore elettrico SP260D installato sull’Extra 330 LE è stato sviluppato da Siemens nell’ambito del progetto “eAircraft”.

Il velivolo ha compiuto il suo primo volo pubblico il 4 luglio, ai comandi Walter Extra. Si tratta del primo volo per un aereo, con motore elettrico, di questa categoria (CS23) . Ecco il video del suo primo volo.

L’Extra 330LE era già stato presentato in occasione di Aero 2016 a Friedrichshafen. Come affermato Frank Anton, responsabile del progetto eAircraft di Siemens, per testare il motore elettrico è stato scelto l’Extra 330 perchè, essendo acrobatico, ha ottime prestazioni con un eccezionale rapporto peso-potenza, che consente di poter trasportare un numero sufficiente di batterie necessarie per il funzionamento del propulsore elettrico. Inoltre la flessibilità offerta dai tecnici della tedesca Extra Aicraft – fondata da Walter Extra – consente una collaborazione efficace e rapida con Siemens. Un ottimo “testbed”, un banco di prova ideale per sviluppare il propulsore elettrico.

Il motore elettrico SP260D è da record: pesa appena 50 Kg ed è in grado di sviluppare 260 kW pari a 350 hp. Il corrispondente Lycoming IO-580, motore a pistoni montato sugli Extra 330L, pesa 200 Kg a secco e può sviluppare tra i 300 e 315 hp (tra i 224 e 235 kW). Il peso al decollo dell’Extra 330LE è di 1000 Kg, pari a quello dell’Extra 300L. Autonomia di 20 minuti. Il tallone d’achille dei propulsori elettrici sono le batterie che sono ancora relativamente pesanti e vulnerabili. Con l’avvento di nuove tecnologie e materiali, come il grafene, si riuscirà a superare questo ostacolo e rendere le batterie ancora più efficienti e meno pesanti.

Questo ulteriore successo nella propulsione elettrica conferma che il “volo elettrico” è possibile, così come ampiamente dimostrato – anche se su diversa scala e con diverse prestazioni – da Solar Impulse 2. Anche la NASA ha annunciato che inizierà i test su un nuovo tipo di velivolo all’interno del programma X-plane, chiamato X-57, che funzionerà con una propulsione esclusivamente elettrica. La base scelta per sviluppare l’X-57 è l’italianissimo Tecnam P2006T, modificato con l’utilizzo di 14 motori elettrici. Secondo i progettisti, l’aumento dei motori permette di diminuire il quantitativo di energia necessaria per raggiungere una velocità di crociera di 175 miglia orarie.

Ci aspetta un futuro… elettrizzante.

Foto: Siemens.com

Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close