Curiosità e Storia

Sukhoi Su-34, il nuovo caccia bombardiere russo

Il Sukhoi Su-34, designazione Nato “Fullback”, è un caccia bombardiere russo , bimotore e biposto, destinato a sostituire il Sukhoi Su-24. Appartiene alla generazione “4+”, la stessa dell’Eurofighter Typhoon, Rafale e F-15.

Sukhoi Su-34 Fullback (1)

 

Il progetto iniziale risale al 1990, e rappresenta una delle più grandi imprese realizzate dalla Sukhoi. La produzione in serie è iniziata nel 2006, è entrato in servizio a partire dal 2014. 

Nasce dalla base del Sukhoi Su-27 ‘Flanker’, ed è stato progettato principalmente per l’impiego tattico contro obiettivi terrestri e navali. Per questo è dotato di:

  • radar W004 e W005, per l’inseguimento degli obiettivi al suolo e per il volo automatico a bassa quota
  • sistema Kibiny L175W per le contromisure EW (Electronic Warfare)
  • sistema di navigazione assistito da GPS e GLONASS
  • sistema di puntamento Platan dotato di telecamera e puntatore laser
  • può trasportare complessivamente fino ad 8 000 chilogrammi di armi disposte sotto i dodici punti di attacco
  • corazza in titanio di 17 millimetri che pesa complessivamente 1,48 tonnellate

Nella configurazione per il combattimento aereo il Su-34 può essere armato con sei missili aria-aria AA-10 Alamo, con otto missili a medio raggio AA-12 Adder o R-73M2 (AA-11 Archer). Per quanto riguarda invece l’armamento per combattere obbiettivi terrestri il Su-34 può utilizzare sei missili del tipo AS-14 Kedge, Kh-25ML, razzi S-25LD o bombe guidate del tipo Kab-500Kr e Kab-500L. Inoltre può essere dotato di sei missili antinave Kh-31A, Kh-41 o Kh-35U o in alternativa sei missili anti-radiazione del tipo Kh-31P.

Ognuno dei suoi due motori turbofan Lyulka AL-31FM1 genera una spinta di 29.762 lbf, permettendo all’aereo di raggiungere una velocità massima di Mach 1.8 (2200 km/h) ad alta quota e di Mach 1.2 (1400 km/h) al livello del mare, con un’autonomia di 1100 km ed una quota di servizio di 15.000 m (49.200 piedi).

 

Pur essendo un’evoluzione del Su-27, il Su-34 ha dimensioni maggiori ed è dotato di ali canard per migliorarne la manovrabilità. A tutta questa tecnologia si aggiungono delle peculiarità che riguardano soprattutto la cabina di pilotaggio, che rende questo velivolo differente dagli altri della sua stessa tipologia:

  • due posti affiancati, dotati di seggiolini eiettabili NPP Zvezda K-36dm
  • cabina pressurizzata fino a 10.000 metri
  • cabina di dimensioni ampie che consentono agli occupanti di alzarsi in piedi
  • i piloti dispongono di un Helmet Mounted Display System (HMDS), un casco dotato di visiera dove vengono proiettate tutte le informazioni in tempo reale
  • una toilette e una cambusa si trovano dietro i sedili dell’equipaggio

Attualmente è il caccia più moderno ed avanzato ad essere impiegato dalla Russia in Siria. Ne sono stati schierati 6 presso la base di Latakia e svolgono il compito di attacco al suolo da alta quota con armamento di precisione KAB-500S-E.

Il Su-34 viene prodotto negli stabilimenti della Novosibirsk Aircraft Production Association, conosciuta ora come V.P. Chkalov, presso l’impianto di Novosibirsk, dove vengono prodotte anche alcune parti del Sukhoi Superjet 100. Ecco una serie di foto molto interessanti della catena di montaggio del Su-34. Foto di: http://gelio.livejournal.com/211509.html

 

 

Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close