Speciali

Qualche foto dal Flight & Fun 2018 a Pavullo

Flight & Fun“, ovvero Volo e Divertimento, è questo il nome nonchè il tema che ha caratterizzato il raduno che si è svolto il 2 e 3 giugno presso l’aeroporto G. Paolucci di Pavullo nel Frignano. Un evento giunto alla sua seconda edizione e nato nel 2017 dal gruppo Facebook (e ora Associazione Sportiva Dilettantistica) “Piloti di Classe”. Due giorni all’insegna della festa e con un unico comun denominatore: la passione per il volo.

L’Aeroporto di Pavullo ha saputo reggere all’onda d’urto di centinaia di piloti che hanno raggiunto lo scalo emiliano in ultraleggero, autogiro, deltaplano a motore, aliante, elicottero… con tutti i mezzi a disposizione.

Anche noi abbiamo raggiunto il raduno in volo e non possiamo che fare i complimenti agli organizzatori e all’Aero Club di Pavullo che ci ha ospitato.

Sul piazzale dell’aeroporto e in hangar erano stati allestiti alcuni stand dove alcuni operatori del settore presentavano i propri prodotti, per citarne alcuni: Bristell, Tarragon Aircraft, Ela Aviacion Italia, Edge Performance, Skyleader, Alisport, Swiss Excellence Airplanes, Promecc, Groppo, AvMap, IFD-NET, Avioportolano

Al termine della giornata di sabato, abbiamo partecipato alla cena di gala che si è tenuta all’interno di uno dei nuovissimi hangar dell’aeroporto di Pavullo.

A farci compagnia il “Biplano Giallo” (un Enjoy) di Clemente Ingenito e Dominique Bonnucchi, sponsorizzato da Radio Bruno.

Durante la cena sono intervenuti gli organizzatori, Silvano Teodorani e Rodolfo Biancorosso (nonchè direttore di VFR Aviation), il presidente dell’Aeroclub di Pavullo Roberto Gianaroli, il Direttore Generale dell’Aero Club d’Italia Gen. Giuseppe D’Accolti ed il Com.te Clemente Ingenito.

Un raduno ben organizzato in una struttura che ha accolto tantissimi piloti giunti da tutta Italia all’insegna dei divertimento e della passione per l’aviazione sportiva. Un’occasione per incontrare tanti amici e, perchè no, fare anche nuove amicizie.

Tra sabato e domenica si sono susseguiti una serie di incontri e conferenze, tra cui l’ incontro con il Commissario straordinario Aeci, Prof. Pierluigi Matera e il Direttore Generale Gen. Giuseppe D’Accolti. L’Aero Club sta vivendo una fase di completo rinnovamento e non poteva esserci occasione migliore per avviare un dialogo tra l’Ente ed il mondo dell’aviazione sportiva, nella speranza che finalmente qualcosa possa cambiare.

Per chi fosse interessato, ecco il comunicato dell’Aeci ed il fimato integrale dell’incontro.

AeCI a Pavullo

L’Aero Club d’Italia, sin dai primi momenti del suo commissariamento, ha subito ricercato un dialogo diretto con il mondo dell’aviazione sportiva e, per questo, la sua presenza a Pavullo ha voluto evidenziare l’apertura dell’Ente a una collaborazione fattiva con gli Aeroclub e i produttori del mondo del VDS, affinché si determini una virtuosa sinergia incanalata nell’alveo di corrette procedure e regolamentazioni, per il giusto andamento del settore.

I temi affrontati dal Commissario e dal Direttore Generale, peraltro richiesti dall’organizzatore dell’incontro, sono stati: la riforma della “governance” dell’Ente, la possibilità di integrare i rappresentanti dell’Ente tramite consultazione pubblica, la rielaborazione della Carta dei servizi, la costituzione di una “Unit” ispettiva che possa essere di ausilio agli Aeroclub e alle scuole di volo VDS per ottenere un parere esperto sulle predisposizioni da attuare, il rinnovamento della Sicurezza del Volo attraverso la costituzione di una apposita commissione che contemperi le esigenze del volo a motore e del volo libero, il programma di rinnovo della flotta, l’introduzione del nuovo limite di peso fissato in 600 kg, il contemperamento delle esigenze degli aeromodellisti alla luce della nuova normativa sui droni, l’attivazione di procedure per la standardizzazione delle scuole, istruttori ed esaminatori VDS.

Il Commissario Matera e il Direttore D’Accolti hanno sottolineato più volte come gli Enti aggregati, le scuole di volo e i piloti debbano far parte del “pool” che riscriverà le norme, poiché l’Aero Club è formato dagli stessi piloti che lo compongono.

Questa nuova politica di gestione dell’AeCI ha suscitato immediato consenso, in quanto gli Aeroclub e i piloti aspettano da tempo che si affrontino le tematiche proposte.

Il lavoro è ancora lungo – è stato detto – ma sicuramente con lo sforzo di tutti, AeCI, Scuole, Associazioni e piloti, sarà possibile risollevare la credibilità e l’affidabilità della disciplina del volo amatoriale e sportivo in Italia.

L’auspicio dell’ Aero Club d’Italia è quello di dare la possibilità a tutti di portare la propria voce nell’Ente, cercando di trovare possibili soluzioni o idee per la realizzazione di un percorso costruttivo fra tutti coloro che vivono nel mondo del volo sportivo e amatoriale.

Rodolfo Biancorosso, Direttore di Vfr Aviation, ha moderato l’incontro tra i convenuti e i vertici dell’Ente.

Il video integrale dell’incontro è visionabile al link https://vimeo.com/273256782


Testo e Foto : Valerio De Cecco

Grazie all’amico Max per avermi accompagnato con il Pioneer 300 “Grigione”

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close