Notizie

Phantom Eye: un fantasma nella troposfera

Boeing ha da poco svelato la sua nuova creazione: il Phantom Eye


Si tratta di un UAV (Unmanned Aerial Vehicle, cioè veicolo aereo senza pilota) alimentato ad idrogeno, in grado di rimanere ad una quota di 65,000 ft (circa 20.000 metri) per 4 giorni consecutivi, senza aver bisogno di rifornimento. E’ dotato di 2 motori 4 cilindri da 2,3 litri, in grado di erogare 150 hp ciascuno; sono motori di derivazione automobilistica (Ford Fusion), opportunamente modificati per essere alimentati ad idrogeno. Ha un’apertura alare di 46 metri, viaggia a circa 150 nodi (280 km/h), ed ha un carico utile di 450 lb (200 Kg).

Al termine di questa estate, il Phantom Eye sarà trasferito presso il Dryden Flight Research Center (NASA), nella base aerea di Edwards. I primi voli sono previsti per l’inizio del 2011.

Indubbiamente il Phantom Eye rivestirà compiti militari per conto delle forze armate USA, ma potrà avere anche impieghi civili. Avendo a disposizione un carico utile di 200kg ed potendo raggiungere una quota di 20.000 metri (che rappresenta il confine della troposfera nelle zone equatoriali), il Phantom Eye potrà essere sfruttato al posto dei razzi o dei palloni aerostatici, per condurre ad esempio ricerche scientifiche in quota o per trasportare sonde meteorologiche.


Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button