Notizie

Incidente Turkish Airlines ad Amsterdam: 9 morti

E’ di nove morti e cinquanta feriti il bilancio dell’incidente aereo di stamani ad Amsterdam, caduto non molto distante dalla soglia pista 18R dell’aeroporto di Schiphol. Lo hanno riferito le autorita’ olandesi. Tra i passeggeri del volo Turkish Airlines 25 sono feriti gravemente, ha riferito da parte sua il sindaco di Haarlemmermeer. Intanto il ministro Frattini ha detto di temere che ci sia un italiano tra i passeggeri dell’aereo precipitato. “Stiamo verificando – ha detto -, non ve lo posso ancora confermare perche’ un nome puo’ non voler dire una nazionalita’.”

Il velivolo coninvolto è un Boeing 737-800, marche TC-JGE, volo TK 1951, con 135 passegeri a bordo, decollato questa mattina dall’aeroporto di Istanbul alle 8.22.

Il metar al momento dell’incidente riportava le seguenti condizioni: EHAM 251025Z 22011KT 3500 -DZ BR OVC007 05/04 Q1027 TEMPO 2500 , cioè vento da 220 gradi, 11 nodi, visibilità orizzontale 3,5 km, copertura nuvolosa a 800 piedi; temperatura 5°C, dew poit a 4°

Il ministro turco Binali Ylderim ha specificato che «L’aereo precipitato era stato sottoposto a manutenzione da parte delle autorità dell’aviazione civile il 22 dicembre 2008»

Il signor Mutlucan, uno dei superstiti dell’incidente aereo avvenuto questa mattina ad Amsterdam, ha raccontato alla Tv turca Ntv gli ultimi istanti prima del terribile schianto. “Siamo caduti come un sasso in mezzo a un prato – ha detto Mutlucan – stavamo atterrando normalmente quando all’improvviso abbiamo avvertito un vuoto d’aria. L’aereo è andato fuori controllo e c’è stato lo schianto. Il tutto è durato quattro o cinque secondi e ci siamo ritrovati in mezzo ad un prato.”

Analizzando le parole di Mutulcan, lo schianto potrebbe essere stato causato da wind shear

Alcuni testimoni oculari hanno visto l’aereo ad una quota molto bassa in fase di avvicinamento; l’aereo ha accennato ad una leggera cabrata (forse per correggere il rateo di discesa – o per contrastare il wind shear), per poi picchiare ed impattare il suolo, spezzandosi in 3 tronconi.

Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button