Curiosità e Storia

Attenzione ai vecchi strumenti per la navigazione aerea

A questo link  http://cencio4.wordpress.com/2009/10/07/beware-of-some-old-flight-and-navigation-instruments/ potete leggere un interessante articolo di David Cenciotti rigurado la radioattività di alcuni vecchi strumenti prodotti fino agli anni ’60, dovuta alla vernice luminosa con la quale venivano ricoperti per permetterne la lettura anche di notte.

Davvero molto interessante!

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Da collezionista di contatori geiger ed altri strumenti misuratori di radiazioni posso sicuramente confermare quanto scritto:

    E’ abbastanza facile trovare il radio anche dentro alle sveglie e agli orologi da polso o taschino di un tempo, se alcuni di questi aggeggi hanno emissioni abbastanza modeste, altri possono avere emissioni tutt’ altro che trascurabili (specie gli strumenti militari/aeronautici e qualche vecchio orologio da tavolo di particolare pregio dove NON si badava a spese e si mettevano grandi quantitativi di radio e solfuro di zinco per ottenere una luminosita’ piu’ intensa); io ho qui un piccolo amperometro RF di origine militare che caccia fuori veramente tantissimi gamma, ben 25mR/h a contatto con il vetro (in teoria dovrebbe cacciar fuori altrettanti alfa e moltissimi piu’ beta, tuttavia il vetro che c’e’ davanti riesce a bloccare questo tipo di radiazioni lasciando passare i soli gamma).

    Tra l’ altro, chi vende abitualmente strumentazione avionica surplus generalmente sa benissimo se uno strumento e’ radioattivo oppure no ed e’ in grado di fornire informazioni in merito ai compratori: chi li acquista per riutilizzarli e’ bene che prenda solo quelli NON radioattivi, chi li acquista per collezionarli puo’ prendere sia l’ uno che l’ altro, purche’ ne sia bene al corrente……. infine ci sono pure i collezionisti di minerali radioattivi, isotopi puri, sorgenti radioattive campione ed oggetti radioattivi misti (si, si, ci sono anche collezionisti di questo tipo di cose!!!!!!) che a volte si vedono ispezionare le bancarelle con il contatore geiger per acquistare solamente quelli che cacciano fuori piu’ di tutti (per poi portarseli a casa e metterli subito dentro ad uno degli armadi piombati o delle casseforti schermate che hanno…… se hai una collezione del genere NON puoi tenerla in bella mostra in una vetrina!!!!).

      1. Ho alcuni strumenti ignoro le emissioni radioattive e vorrei verificare. Domandavo dove è come poter fare le opportune verifiche e se esiste in commerci un rilevatore che sia idoneo e che costi poco..

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close