Speciali

In volo con la YAKITALIA! Foto e video a 360 gradi

7. Esperienza di Volo

Volare con lo YAK-52 è stato semplicemente fantastico. Per anni ho seguito le evoluzione della YAKITALIA – da terra – e riuscire a fare un giro con uno dei loro YAK per me è stato davvero emozionante.

Una volta saliti a bordo si respira subito l’aria vintage che trasmette lo YAK. Il cockpit è ampio e spazioso, la visibilità è ottima, sembra di essere seduti sull’ala. La strumentazione, che riporta scritte in cirillico e valori in metri, ci ricorda che siamo su un aereo di progettazione sovietica. L’impugnatura della manetta e della cloche trasmettono una certa robustezza e solidità. Un aereo massiccio, ma solo alla vista. Potete salire a bordo dello YAK-52 attraverso questo tour virtuale a 360°

L’elica ha un grande diametro visto che lo YAK-52 ha un motore molto potente che lavora a bassi giri. Di conseguenza il carrello è molto alto da terra e per cambiare direzione bisogna utilizzare i freni differenziali (pneumatici), quindi il rullaggio su pista erba può risultare difficoltoso. Vi abbiamo già parlato dell’impianto pneumatico dello YAK, che sostituisce in parte quello idraulico e elettrico di un classico aereo. Infatti anche l’avviamento del motore è gestito dal sistema pneumatico. L’aria viene compressa nei cilindri costringendoli a ruotare… ecco perchè prima dell’accensione del motore si avvertono una serie di rumori inconfondibili (come in questo video), soprattutto se l’avviamento è a freddo. Così come quando si retrae/estende il carrello ed i flaps, anche loro azionati dall’impianto pneumatico.

Siamo pronti per andare in volo, avrò il piacere di volare con Lorenzo Pesaresi, uno dei piloti della YAKITALIA che vi abbiamo già presentato. La giornata è calda e umida, al decollo i 360 hp del M14P servono tutti. Lorenzo intanto mi le caratteristiche del mezzo e mi introduce alcune manovre. Lo YAK risponde bene, è facile, intuitivo, ma ogni errore si paga. Richiede molta energia e bisogna essere precisi altrimenti è facile sbagliare. Trasmette solidità, ma si rivela stabile e agile, d’altronde era stato progettato proprio come addestratore acrobatico. Sono rimasto sorpreso dalla velocità di rollio, non mi aspettavo una risposta così rapida sull’asse trasversale, e anche il timone di profondità è molto efficace. Dopotutto… un aereo divertente e piacevole!

Il volo volge al termine e Lorenzo inizia a configurare l’aereo per l’atterraggio, con un lungo finale atterriamo a Fano e torniamo all’hangar mentre davanti a noi tramonta il sole…

yakitalia-fano-2016-44

Ringraziamenti: From The Skies desidera ringraziare il team YAKITALIA per la disponibilità e per l’occasione concessa. Un ringraziamento in particolare a Lorenzo Pesaresi per averci seguito durante questi 3 giorni e per averci dato la possibilità di vivere questa fantastica esperienza.

Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7

Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close