Notizie

50° Anniversario Frecce Tricolori – La festa ha inizio!

Si comincia! Alla base di Rivolto tutto è  pronto per dare vita ai festeggiamenti del 50° Anniversario delle Frecce Tricolori.

Un evento unico, irripetibile, al quale ogni appassionato non potrebbe mancare!

Oltre 100 velivoli in volo, 20 aeromobili esposti in mostra statica (17 aerei e 3 elicotteri), oltre 1.500 uomini e donne dell’Aeronautica Militare, oltre 800 agenti delle Forze dell’Ordine (tra Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Guardia Forestale, Polizia Provinciale di Udine e Polizie Municipali), 1.100 uomini e donne della Protezione Civile, circa 50 operatori del 118 e della Croce Rossa Italiana che opereranno all’esterno e all’interno dell’Aeroporto. Questi i numeri del personale e dei mezzi, impegnati, sabato 11 e domenica 12 settembre, nella realizzazione della grande manifestazione aerea, organizzata dall’Aeronautica Militare per celebrare le ‘50 stagioni’ acrobatiche delle Frecce Tricolori.

La ricorrenza è l’occasione per l’Aeronautica Militare di condividere con tutti i cittadini i valori e la passione italiana per il volo, come pure di mostrare, attraverso l’esibizione dei più rappresentativi velivoli in dotazione, il livello di preparazione raggiunto dalla Forza Armata e le potenzialità Aeronautiche e Spaziali del ‘Sistema Italia’, evidenziando come le Frecce Tricolori siano un eccellente esempio del Made in Italy. L’Aeronautica Militare è una Forza Armata moderna che impiega mezzi dall’elevato contenuto tecnologico e personale altamente addestrato per assicurare il controllo, 24 ore su 24, dello spazio aereo nazionale e per assolvere a tutte le altre missioni assegnate con il massimo grado di efficacia e di sicurezza. La Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) è una tessera del più ampio mosaico composto da tutte le realtà operative dell’Aeronautica Militare.

L’Aeronautica Militare è composta da circa 43.000 persone, di cui oltre 700 donne, che dimostrano nel campo sociale impegno e sensibilità, quest’ultima derivante anche dal frequente contatto con le popolazioni più bisognose nel mondo. E’ pertanto tradizione della Forza Armata legare i suoi eventi aperti al pubblico ad attività di utilità sociale e per questa occasione verranno raccolti fondi a supporto dell’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro (AIRC). Nel corso di entrambe le giornate saranno messi a disposizione del pubblico oltre 100.000 gadget, il cui ricavato andrà a sostenere la ricerca sul cancro e, in particolare, il percorso di formazione dei più promettenti giovani ricercatori.

Alla manifestazione aerea – realizzata grazie anche alle collaborazioni e al supporto forniti dalla Regione Friuli Venezia Giulia e da aziende e imprenditori – sono presenti, nell’arco delle due giornate di esibizioni, una nutrita rappresentanza dei media italiani e stranieri, circa 800 tra giornalisti e spotter.

Accanto alle Frecce Tricolori, si esibiranno in volo le più importanti pattuglie acrobatiche militari del mondo, le ‘Red Arrows’ (Royal Air Force Aerobatic Team), la ‘Patrouille de France Acrobatique’, la ‘Patrulla Aguila’, la ‘Patrouille Suisse’, il ‘Team Iskry’ (Polonia), la Royal Jordanian Falcons (Giordania) e la ‘Krila Oluje’ (Croazia), mentre rappresentanze di altri team acrobatici (‘Black Eagles della Corea del Sud, ‘Blue Impulse’ del Giappone e ‘Silver Falcon’ del Sudafrica) saranno presenti a terra per partecipare a questo evento che si configura anche come un tradizionale raduno di pattuglie acrobatiche internazionale. Si esibiranno anche i velivoli del Reparto Sperimentale Volo, come l’AMX, il Tornado, l’Eurofighter, il C-27J, l’MB339…
A cornice della manifestazione per il pubblico degli appassionati è stata allestita anche una mostra statica con velivoli storici e aerei delle Forze Armate italiane.

Per l’occasione Poste Italiane emetterà sabato 11 Settembre un francobollo celebrativo della Pattuglia Acrobatica Nazionale.

L’acrobazia aerea nacque, in Italia, ad opera del colonnello Rino Corso Fougier che nel 1930, a Campoformido, costituì la prima pattuglia acrobatica, la Pattuglia Folle montata su biplani CR.20 che, sin dal suo esordio, fece subito storia. Dopo anni di successi in Europa, manifestazioni aeree di Budapest e di Berlino, e in Sud America, in Argentina, la Seconda Guerra Mondiale chiuse per un decennio l’attività acrobatica che riprese nel 1950 con la pattuglia del Cavallino Rampante, costituita con quattro velivoli DH.100 Vampire della 4^ Aerobrigata.

In quegli anni, la ridondanza di velivoli in carico alle Aerobrigate permise la costituzione di una pattuglia acrobatica d’anno e di una in addestramento per l’anno successivo. Nell’arco di nove anni si succedettero le pattuglie dei Lanceri Neri, Delle Tigri Bianche,dei Getti Tonanti, dei Diavoli Rossi, fino al 1959 quando lo Stato Maggiore decise di costituire una pattuglia acrobatica nazionale permanente, le Frecce Tricolori, nell’ambito del 313° Gruppo Acrobatico con sede a Rivolto del Friuli. Da allora le Frecce Tricolori sono state equipaggiate prima con gli F-86 Sabre, poi con i FIAT G.91 PAN e attualmente con gli MB-339PAN.

  • via: www.aeronautica.difesa.it

Articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button